Formazione manageriale

Il manager migliore è chi sa trovare le persone per fare le cose e chi sa anche frenare il proprio desiderio di intromettersi mentre esse agiscono

Teodoro Roosvelt

Affermare che il management negli ultimi anni sia molto cambiato è cosa arcinota, ma non sempre in questo ambito siamo sempre sul pezzo. Da più parti si è invocata la sua utilità oggi, ma noi ci chiediamo quale sia il suo vero valore aggiunto. In tempi recenti si è resa necessaria una forte attenzione a nuovi, e a volte potenti, fenomeni che hanno sconvolto la normalità gestionale: dall’arrivo delle nuove generazioni al rapido mutamento tecnologico, dall’evoluzione organizzativa alle necessità di innovazione. Mai come oggi il manager è colui o colei che deve dare sempre più senso all’azione e che deve incoraggiare la collaborazione fra le persone. E’ un compito gravoso poiché deve saper coniugare tale responsabilità con la sua operatività quotidiana trovando costantemente il corretto equilibrio in questo mix. Il management è dunque diventato un vero ‘mestiere’ e non più una semplice funzione ed è per questo che qualcuno parla oggi di “manager aumentato”, riproducendo l’espressione della realtà aumentata.

Sappiamo bene che non esistono ricette buone per tutti e per ogni situazione organizzativa, ma è anche vero che si stanno imponendo alcune formule da adattare in modo adeguato rispetto ai vari contesti e alle differenti figure manageriali. Ma quali sono? Ne proponiamo un breve elenco su cui CLOUDS&TRAINING sta attivamente lavorando:

  • L’approccio formativo deve cambiare e deve passare attraverso contenuti e modalità percepiti veramente utili dalle Persone. Ciò significa un’analisi positivamente critica dei modelli attuali e dei loro impieghi
  • La transizione verso una modalità di “FLOW MANAGEMENT” che risulta come prodotto di 3 parametri: livello di sfida, livello di competenza, livello di ottimizzazione tra energia spesa e obiettivi ottenuti
  • La scelta dei percorsi di sviluppo formativo più in linea con le esigenze dei manager e delle aziende in relazione al business e alle persone che lo producono
  • Uno sguardo concreto ed operativo sulle competenze da rinforzare per il futuro